-- Pubblicità --

Alimentazione

Fertilità maschile: cosa mangiare?

dieta per la sterilitàÈ stato ampiamente dimostrato che una salutare condotta alimentare incide in modo significativo sulla fertilità maschile. Seguire una buona "dieta della fertilità", infatti, non è un compito di esclusiva pertinenza femminile ma, al contrario, dovrebbe rientrare anche tra le preoccupazioni di un uomo impegnato nella ricerca del concepimento.

Vitamina C ed E, zinco, calcio, ferro, omega3, selenio e folati sono gli ingredienti per un'alimentazione che abbia come obiettivo quello di conseguire il massimo della fertilità maschile.



Che cibi mangiare, quindi, per aumentare le proprie possibilità di fecondare?

  • Le vitamine C ed E sono importanti antiossidanti e, per questo, migliorano la mobilità degli spermatozoi combattendo disturbi come l'astenozoospermia ed evitando malformazioni. Sono contenute negli agrumi, arance in particolare, ed in quasi tutti i tipi di verdura, specialmente nei peperoni rossi, nel basilico, nel pomodoro e nel cavolfiore.
  • Lo zinco è fondamentale per mantenere alto il volume di spermatozoi ed i livelli di testosterone, e si trova in alte quantità nella prostata e nel liquido seminale. Per questo, un uomo sessualmente attivo ha bisogno di assumere alte quantità di zinco. Lo zinco è contenuto nelle ostriche e nei frutti di mare in generale, cereali e legumi, nel fegato e nel pollo.
  • Il selenio, presente in grande quantità nelle noci, nel granchio, negli alimenti ricchi di proteine e nel latte, favorisce la motilità degli spermatozoi.
  • Latte, yogurt e latticini, in quantità controllate e modeste, migliorano la fertilità maschile apportando alte quantità di calcio, coinvolto nella produzione degli ormoni sessuali.
  • La mancanza di Omega 3, un grasso insaturo contenuto nel salmone, nelle sardine, nello sgombro ed in altri pesci ad alta percentuale di grassi, è stato di recente indicata come una delle principali indiziate per l'infertilità. Gli Omega 3 aumentano la fertilità e sono responsabili della salute cardiovascolare.
  • I folati, contenuti nei vegetali a foglia larga come gli spinaci, i broccoli, gli asparagi e la lattuga, oltre che nell'arancia e nelle uova, sono coinvolti nel processo di spermatogenesi. Una carenza di questa vitamina può portare all'oligozoospermia e, in alcuni casi, alla sterilità.
-- Pubblicità --