Giorni fertili

Per sapere con un po' più certezza qual è il periodo più fertile per rimanere incinta devi sicuramente capire quando si è fertili prima o dopo il ciclo. Il migliore metodo per rimanere incinta è sicuramente calcolare i giorni fertili e l'ovulazione.



 

Quali sono i giorni più fertili?

Il periodo più gertile per una donna sono quelli in cui il tuo corpo si prepara per rimanere incinta più velocemente. Proprio per questo motivo, se non vuoi rimanere incinta, si sconsiglia il rapporto a rischio nei giorni fertili.

La differenza tra ovulazione e giorni fertili è che l’ovulazione è un processo che avviene una sola volta al mese quando l’ovaio, circa 12-16 giorni prima del ciclo, rilascia una cellula uovo. Il giorno precedente all’ovulazione e il giorno stesso sono il periodo più fertile in assoluto. Per calcolare i tuoi giorni fertili dovrai semplicemente tenere controllato, per circa tre mesi, il ciclo mestruale e segnare durata delle mestruazioni, data di inizio e di fine.

Calcola le probabilità di rimanere incinta

Come riconoscere i giorni fertili dal muco

Adesso che abbiamo chiarito se i giorni fertili sono prima o dopo l’ovulazione, parliamo di muco cervicale. Attraverso i cambiamenti del muco, e le conseguenti perdite, si riesce a determinare quando avviene l’ovulazione. Questo, anche conosciuto come Metodo di Billings, si svolge secondo varie fasi.

  • I primi giorni dopo il ciclo non ci sono quasi perdite. Si nota una certa secchezza e le possibilità di rimanere incinta sono basse perchè il muco protegge dagli spermatozooi.
  • Nei giorni prima dell’ovulazione le possibilità di una gravidanza sono ancora basse. Le perdite sono scarse e di color bianco.
  • Durante l’ovulazione la probabilità di rimanere incinta è piuttosto elevata. In questi giorni il muco è denso e filamentoso.
  • Subito dopo l’ovulazione si torna ad uno stato di secchezza e di bassa possibilità di concepimento.

Calcolo giorni fertili con la temperatura basale

Un altro metodo efficace per calcolare i giorni fertili è la temperatura basale. La temperatura basale è quella che registriamo al mattino prima di svolgere qualunque attività e aiuta a rilevare se c’è un aumento del progesterone. Questo ormone, infatti, fa alzare la temperatura di circa 0,5 gradi dopo l’ovulazione.

Se il livello di progesterone non si abbassa e non arriva il ciclo, allora è probabile che tu sia incinta.

Problemi di infertilità

E se per caso, nonostante i tanti tentativi, ancora non sei riuscita a rimanere incinta? Le cause possono essere moltissime, ma non sono da escludere l’infertilità maschile e femminile. In entrambi i casi, sia che ad essere sterile sia il tuo compagno o che si tratti di infertilità femminile, puoi fare tutti gli esami necessari per escludere il fattore scatenante.