Settimane

Blog

Leucociti e la salute della mamma

-- Pubblicità --

Natalia Deriabina || Shutterstock

Quando parliamo di leucociti, facciamo riferimento ai più comuni globuli bianchi: si tratta di particolari cellule del sangue che hanno lo scopo di difendere il nostro organismo da virus, batteri e da qualsiasi altra minaccia interna o esterna. La presenza dei leucociti nelle urine, come dimostra questo approfondimento su Salutarmente.it è, quindi, sintomo della presenza di un'infiammazione delle vie urinarie, nei casi più semplici, o addirittura di un'infezione renale. Durante la gravidanza le infezioni del tratto urinario sono molto più frequenti: questo perché si registrano delle modifiche anatomiche nel corpo della donna che comportano una maggiore vulnerabilità del sistema immunitario. Vediamo nel dettaglio quali possono essere le cause e come agire in caso di presenza di leucociti nelle urine.

Tipi di infezioni

Nella donna, in generale, l'uretra è molto vicina alla zona anale: di per sé questo aspetto aumenta il rischio di infezioni urinarie che, infatti, sono più frequenti nelle donne piuttosto che negli uomini. Durante la gravidanza, inoltre, vi è un ritmo più basso nel lavoro del sistema immunitario e, soprattutto verso la fine della gravidanza, il feto divenuto più grande e pesante comprime l'apparato genito-urinario, rendendo così difficile la minzione e creando un deposito di urina nel quale si sviluppano le colonie di batteri.



Tutte queste cause portano inevitabilmente all'aumento del numero di leucociti nelle urine che può portare a tre tipi differenti di infezioni:
- batteriuria asintomatica: si tratta di una semplice infezione del tratto urinario che, però, non presenta sintomi. È importante, perciò, sottoporsi nel corso della gravidanza agli esami delle urine per tenere sotto controllo la presenza dei leucociti;
infezione del tratto urinario: la maggior parte delle volte la causa di quest'infezione è legata al fatto di non riuscire a svuotare completamente la vescica. Solitamente la presenza di questo tipo di infezione produce dei sintomi, come la sensazione frequente di dover urinare, bruciore, dolore al basso ventre e urine con un odore molto forte, come nel caso della Candida;
infezioni renali: rappresentano la forma di infezione più grave che si verifica in caso di un'infezione del tratto urinario curata male o in ritardo. In questo caso i batteri hanno attaccato i reni, provocando sintomi quali nausea, vomito, febbre alta e dolori ai lati dell'addome. È importante curare con la giusta terapia un'infezione renale al fine di non compromettere la gravidanza: infatti, i rischi legati ad un'infezione renale non trattata sono un parto prematuro, la rottura prematura delle acque e un'infezione sistemica.

Come prevenire le infezioni?

Per evitare di incorrere in infezioni di questo tipo, tutte le donne dovrebbero prendere la buona abitudine di lavarsi eseguendo movimenti che vanno dalla vagina all'ano e non viceversa: questo perché un movimento che, al contrario, procede dall'ano alla vagina non fa altro che trasportare i batteri presenti nelle feci, infettando così la zona vaginale. Inoltre, soprattutto le donne in gravidanza dovrebbero prestare molta attenzione nel momento di raccolta del campione delle urine perché se la provetta viene a contatto con l'area genitale potrebbe essere contaminata dalle secrezioni che presentano al loro interno un numero discreto di leucociti al fine di tenere lontani i batteri dall'area genitale.

È opportuno, pertanto, lavare accuratamente la zona vaginale e raccogliere l'urina, facendo attenzione a non toccare l'area genitale con la provetta. Se il pancione vi rende difficile tutto questo, allora fatevi aiutare da qualcuno.
La cura di una qualsiasi infezione del tratto urinario avviene attraverso l'assunzione di specifici antibiotici che siano ben tollerati durante la gravidanza e in nessun caso si deve procedere a rimedi naturali perchè trattasi di condizioni patologiche e batteriche che possono essere sconfitte solo con determinati antibiotici. Sarà il vostro ginecologo a prescrivervi quello più adatto al vostro caso secondo una terapia specifica.

-- Pubblicità --

©2018 LaGravidanza.net es una web de Summonpress

Forgot your details?