La gravidanza extrauterina

La gravidanza extrauterina è un tipo di complicanza di gravidanza che riguarda tra l'1-2% delle gravidanze e si verifica quando l’embrione si impianta all’esterno dell’utero invece che nella cavità uterina. La gravidanza extrauterina o gravidanza ectopica è una patologia molto seria in quanto la gravidanza avviene fuori dall'utero, in genere in una tuba di Falloppio. Si parla di gravidanza extrauterina quando l'ovulo fecondato si impianta in un sito diverso dalla cavità uterina.



 

 

Non sono tutte uguali...

Esistono diverse tipologie di gravidanza extrauterina, che hanno nomi diversi in base a dove va ad impiantarsi l’ovulto. Una gravidanza extrauterina può essere:

  • Gravidanza tubarica,
  • Gravidanza tubo-ovarica,
  • Gravidanza ovarica
  • Gravidanza addominale, caso in cui l’impianto dell’embrione avviene nella cavità peritoneale e a livello degli organi addominali

Laforma più frequente di gravidanza extrauterina è quella tubarica e colpisce maggiormente le donne che hanno già avuto delle altre gravidanze.

Come riconosco una gravidanza extrauterina?

I sintomi della gravidanza extrauterina, o gravidanza ectopica, solo in rarissimi casi sono quasi inesistenti. Nella maggioranza delle donne, invece, si manifesta con dolori pelvici intensi. A volte i sintomi ricordano quelli dell’aborto per intensità dei dolori addominali e delle perdite vaginali.

Si può diagnosticare una gravidanza extrauterina attraverso l’esame delle beta hcg o delle urine. Se positivi, i valori delle hcg aumentano di almeno il 53% in 2 giorni. Nelle donne con gravidanza ectopica i livelli di hCG possono avere diversi andamenti: nel 50% dei casi aumenta e nel restante 50% diminuisce. Se positivo, si consiglia di fare un’ecografia transvaginale o addominale attraverso cui verificare lo stato dell’utero. Se questo risulta vuoto, molto probabilmente si verifica una gravidanza ectopica.

Le cause che generano una gravidanza extrauterina

Le cause della gravidanza extrauterina sono determinate solitamente da:

  • Lesioni infiammatorie che impediscono all’ovulo di raggiungere adeguatamente la cavità uterina
  • L’uso frequente di dispositivi intrauterini a base di progesterone o atti alla fecondazione in vitro.
  • L’assunzione costante di ormoni come la pillola anticoncezionale o la pillola del giorno dopo
  • Malattie sessualmente trasmissibili
  • Chiusura delle tube di Falloppio

Viste le complicanze che possono verificarsi sia nel momento del parto che della gestazione, ad esempio emorragie o morte del feto, spesso viene consigliata una interruzione della gravidanza o, se diagnosticata in tempo, una adeguata terapia medica.

Trattamento della gravidanza extrauterina

Il trattamento della gravidanza extrauterina può essere chirurgico o medico. Il trattamento chirurgico viene adottato quando la gravidanza extrauterina è tubarica e comprende la rimozione della tuba di Falloppio in cui si è installato l’ovulo. Il trattamento medico consiste nell’uso del metotrexate somministrato per via intramuscolare.
Nei casi più fortunati alcune gravidanze ectopiche si risolvono spontaneamente senza terapia.