Settimane

Glossario

Gravidanza

Malattie

Tiroide e gravidanza

-- Pubblicità --

visita della tiroide Durante la gravidanza, la ghiandola della tiroide è sottoposta a notevoli cambiamenti.

Infatti, durante le prime tre settimane successive al concepimento, quando potresti essere ancora inconsapevole di essere incinta, il tuo bambino non ha ancora la tiroide formata, mentre, subito dopo e durante il primo trimestre di gravidanza, la tiroide del feto è già capace di immagazzinare iodio e produrre i suo i propri ormoni. Però, nonostante il feto sia capace di produrre i suoi ormoni a un certo punto della gestazione, è comunque possibile che uilizzi gli ormoni tiroidei passatigli dalla madre mediante la placenta.



Per questo motivo, è necessario che la tua tiroide sia ben funzionante e ricca di iodio in modo da poter produrre abbastanza tirossina per te e per tuo figlio, e sopperire a qualsiasi deficenza o mancanza della ghiandola tiroidea del bebè.

Questo significa che, nel caso in cui ci sia un malfunzionamento della tua ghiandola tiroidea durante la gravidanza, potresti danneggiare il tuo bambino e incorrere in un aborto spontaneo, in un parto prematuro, sviluppare ipertensione gravidica o, infine, tuo figlio potrebbe nascere sottopeso o affetto da malformazioni.

Cerca quindi di tenere sotto controllo lo stato della tua tiroide ma, ricorda, durante il primo mese di gravidanza, normalmente, la tiroide viene sovrastimolata per mezzo di un ormone prodotto dalla placenta, la gonadotropina corionica, che agisce sull'urina e che viene normalmente rintracciato durante un test di gravidanza. E, allo stesso modo, anche durante il secondo trimestre di gravidanza e durante il terzo, è normale riscontrare un'alterazione nella quantità di tirossina nel sangue, per questo motivo, fai attenzione a non considerare questo aumento un sintomo dell'ipertiroidismo.

Tiroide e alimentazione

Per aiutare il nostro organismo ad attutire i problemi legati alla tiroide si può seguire una dieta con alimenti ricchi di iodio. Mangiate pesce e crostacei, meglio se dei nostri mari e a km0. Alici e sardini sono gli esemplari di pesce azzurro più comune nella nostra cucina e sono pesci ricchi di omega 3. Anche il pesce bianco come l'orata e il branzino sono perfetti in gravidanza, soprattutto se avete problemi di digestione. E come contorno? Una porzione di patate al forno o fagiolini sono l'ideale per dare un ulteriore apporto nutrizionale.

-- Pubblicità --

©2018 LaGravidanza.net es una web de Summonpress

Forgot your details?